Nasce a Torino il ristorante Condividere by Lavazza con Ferran Adrià, Dante Ferretti e Federico Zanasi

Ferran Adrià

Sorgerà all’interno del nuovo headquarter Lavazza, nel cuore di Torino, il ristorante gourmet Condividere by Lavazza. Sarà l’espressione di una nuova modalità di consumo del cibo ispirata alla condivisione informale dei piatti d’autore. Voluto da Lavazza e studiato insieme a Ferran Adrià, Condividere by Lavazza sarà disegnato dallo scenografo Dante Ferretti, 3 premi Oscar, mentre la cucina sarà curata dal giovane chef  Federico Zanasi.

Federico Zanasi

Federico Zanasi

“Studiare. Conoscere. Raccontare: il passato è fondamentale per comprendere il futuro e deve essere chiaro che noi ora mangiamo e condividiamo innanzitutto conoscenza” - è così che Ferran Adrià descrive il nuovo progetto di Lavazza - “L’idea di Condividere nasce dall’amicizia che mi lega da anni alla famiglia Lavazza. Per questo, nel momento in cui mi è stato chiesto di collaborare alla ricerca e alla selezione dello chef a cui affidare l’incarico e la gestione del ristorante, ho messo subito la mia consulenza al loro servizio, puntando a trovare una persona che sposasse in pieno il nostro amore per il gusto. E, insieme, abbiamo riconosciuto in Federico Zanasi la persona giusta, adatta a condurre quest’avventura, a guidare il ristorante con carisma e abilità. L’idea di Condividere offrirà un’esperienza ‘compartida’ di alto livello gastronomico, in un ambiente in cui sentirsi a proprio agio, stare bene e voler stare insieme. Sarà un modo di intendere la gastronomia che mette al centro l’uomo e le sue esigenze di socialità, condivisione, ricerca della qualità e amore per il cibo. Una nuova esperienza in un luogo informale e amichevole dove, però, la compartecipazione al cibo abbia come base comune la valorizzazione dell’eccellenza delle materie prime e dell’esecuzione”.

Famiglia Lavazza + plastico nuova sede

La famiglia Lavazza con il plastico della nuova sede

A portare avanti la cucina e a guidare la squadra del nuovo ristorante sarà Federico Zanasi. Classe 1975, Zanasi è stato dal 2012 chef del ristorante dell'Hotel Principe delle Nevi di Cervinia. Nel suo curriculum si evidenziano i nove anni con Moreno Cedroni e, nel 2011, il riconoscimento come migliore Sous Chef dell'Anno.
Condividere by Lavazza parte dalla storia della cucina italiana, che Zanasi ha analizzato per mesi sotto la guida attenta di Adrià. Zanasi l’ha poi reinterpretata in un sapiente mix tra tradizione e innovazione, dando valore a una materia prima sempre di alto livello qualitativo. Un’alta cucina alla portata di tutti, che se da un lato strizzerà l’occhio all’approccio informale tipicamente ispanico, dall’altro vuole riscoprire la convivialità caratteristica del pranzo della domenica, abitudine tutta italiana.
A firmare l’allestimento del nuovo tempio del gusto condiviso è lo scenografo Dante Ferretti,  3 Oscar, braccio creativo e amico di Pasolini, Fellini e Scorsese. Il suo modo di interpretare questo spazio onirico, che mette in primo piano il tempo come vero valore del XXI secolo è sontuoso, ma al tempo stesso urbano e colorato, in perfetta armonia con la filosofia della cucina di Zanasi.

Ho dimostrato a Ferran tutta la mia determinazione e la voglia di sorprenderlo” - ha detto Federico Zanasi - “Quello che immediatamente mi è stato chiaro, è come Adrià volesse una visione del piatto a 360° e una piena consapevolezza di ciò che si presenta. Vuole che tutto abbia un’origine e che tutto sia motivato e ragionato. Vedere come i ragazzi che lavorano nella sua Fondazione lo seguono, è già in sé un’esperienza: è un guru che inventa la passione, la analizza e la mette a servizio degli altri

Con Ferran Adrià la nostra relazione, fatta di ricerca e innovazione, è solida e proficua fin dal 2000, anno del nostro primo incontro a Torino. Dopo 17 anni - racconta Giuseppe Lavazza, vicepresidente dell’azienda - eccoci ancora insieme con la voglia di stupirci a vicenda e progettare un'idea di ristorazione che ci piace e ci affascina molto, perché si chiamerà Condividere e sarà parte integrante del complesso della nostra nuova sede nel cuore di Torino. Abbiamo pensato ad un format innovativo per un ristorante tanto democratico quanto unico nel suo genere, che ci permetterà di scrivere altre pagine fatte tutte di eccellenti sapori e che verranno dopo quelle che ci hanno visto inaugurare, nel 2000, una particolare tendenza, quella del Coffee Design, grazie alla quale il caffè è stato introdotto una volta per tutte e con tutti gli onori nel mondo dell'alta gastronomia. Ora è il momento di portare a Torino una proposta capace di dare un ulteriore contributo al già ricco panorama gastronomico del nostro territorio e della nostra città”.

 

Pubblica i tuoi commenti