Alter Schlachthof: a Bressanone il vecchio macello diventa bistrot

Piastrelle bianche, travature e pavimenti in pietra sono quelli di metà ‘900. Ma oggi il macello di Bressanone è diventato ristorante, B&B e luogo d’incontro culturale preservando il nome di Alter Schlachthof

Alter Schlachthof a Bressanone

Alter Schlachthof (letteralmente: vecchio macello) a Bressanone nasce da un progetto condiviso fra i gestori della struttura e lo studio Imoya Design & Architektur, vincitore del concorso per la riqualificazione dell’antico macello della città, in disuso da metà ‘900. Un luogo d’incontro fra architettura, cibo di qualità a km 0 e cultura per la comunità locale, artisti o turisti che transitano in Alto Adige. Un edificio di cui è stata mantenuta la memoria storica attraverso il restauro dell’involucro (la travatura del tetto e le tegole di cemento, i soffitti a volta, le bianche piastrelle di rivestimento, il pavimento in pietra, ecc.), ma con un’anima contemporanea. Solo così poteva produrre l’effetto per cui era stato concepito e mantenere la propria identità originaria. Trasparenza, spazio anche esterno, apertura (concettuale e fisica) hanno caratterizzato le scelte progettuali: dalla cucina, con il giovane team guidato da Hanspeter Pardeller, completamente a vista, ai mobili e alle stoviglie, dagli scaffali aperti ai tavoli su misura, fino all’oggettistica.

Arredamento e atmosfera senza tempo

Nell’arredamento - tutto su disegno - ampio è stato l’utilizzo dell’acciaio brunito e di materiali con carattere di casse e sacchi da trasporto, a sottolineare l’idea della struttura in fase di ricostruzione, mentre gli accessori, come le lampade in stile vintage e i tessuti nelle tonalità dal grigio al color carta di zucchero, rimandano a un’atmosfera senza tempo. Il comfort è tangibile nelle zone consumazione, con comode sedute in velluto con braccioli e panche imbottite, e nelle zone conversazione, con divanetti a grandi cuscini. L’intrattenimento e lo stay well sono ora di casa nell’ex macello.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome